Associazione Paguro
via Marmarica, 23
48023 Marina di Ravenna - RA
tel. e fax: +39 0544 531140
posta elettronica paguro@racine.ra.it

 
         
 

pagina principale

l'esplosione

le coordinate

il relitto

il reef

zona di tutela biologica

i soci

gli accompagnatori subacquei

come fare per immergersi

modulistica disponibile

la legislazione

le fotografie dell'epoca

le fotografie subacquee

la vita sul relitto

la ricerca

ultime dall'Associazione...

english version

crediti

   

LA VITA SUL RELITTO

cliccare sulle foto per ingrandirle

Astice
(Homarus Gammarus)
Quì è fotografato nella sua tana
Bavosa Pavone
(Blennius Pavo Risso)
La bavosa della foto è molto probabilmente un esemplare maschio, si differenzia dalla femmina per la vistosa calotta presente sul capo.
Madrepora
(Caryophyllia smithi)
Questa madrepora di circa 2 cm. ha i tentacoli racchiusi, vivono all'interno del relitto in ambienti poco illuminati ed aderiscono alle pareti verticali.
Grongo
(Conger Conger)
Non sono rari i gronghi presenti sul relitto, questo esemplare è stato fotografato all'interno del suo rifugio.
Sacchetto
(Serranus Hepatus)
E' il più piccolo dei serranidi e si può trovare anche su fondi molli.
Gamberetti Plesionika Narval
(Fabricius)
Fotografati su un branco di balani morti.
Cozze
(Mytilus Galloprovincialis)
Sulla superficie di queste cozze si sono insediati spugne e balani.
Nudibranco
(Facelina Bastoniensis)
L'avvistamento di questo nudibranco è una cosa rara al relitto del Paguro.
Spugne
(Halicloma Mediterranea Griessinger)
Una spugna ricoperta da piccolissime ofiure e avvolta da un braccio di ofiura adulta.
Piccolo granchio
(Pilummus hirtellus)
Nell'immagine in piccolo granchio è tra le bolle d'aria lasciate da un subacqueo
Ascidie
(Pyura Microcosmus)
Nella foto il particolare del sifone con il tentacolo di un'ofiura che l'avvolge.
Saraghi Maggiori, Salpe e Boghe
(Diplodus Sargus, Boops Salpa, Boops Boops)
Questo branco di saraghi, salpe e boghe vaga indisturbato tra le strutture del relitto.
Ofiura
(Ophiothrix fragilis Abildgaard)
Gli ofiuridi sono gli echinodermi più numerosi sia per numero di specie che di esemplari che talvolta formano dei veri e propri tappeti viventi.